Comfort zone: l'unico modo che conosco per combatterla, è affrontarla.

Questo contenuto è molto meno "botanico" del solito, ma ci tengo a spiegarti alcuni aspetti di me, per cui, se ti va, continua a leggere...

Altrimenti non disperare: i post sulle piante riprenderanno nei prossimi giorni!


Nelle ultime tre settimane sono stata parecchio "silenziosa" e, forse, ti sei chiesto come mai non ti sia ancora arrivata la newsletter del mese, con la pagina di novembre del calendario botanico.


La risposta è che, in alcuni momenti, la gestione del negozio richiede molto tempo, a discapito delle mie passioni.

Certo, sempre di fiori e di piante si tratta, ma le attività di un negozio di fiori, soprattutto nel periodo a cavallo di Ognissanti, assorbono molte energie. Quest'anno più degli altri, ma questa è una lunga storia e non vorrei annoiarti troppo.


In queste ultime tre settimane sono stata "travolta": fiori da pulire, composizioni da preparare, prenotazioni da consegnare, magazzini da sistemare, sito da aggiornare...

Tempi strettissimi, giornate senza fine: ci sono stati momenti in cui, non lo nego, ho temuto di non farcela.


Quando iniziavo a vacillare, l'unico pensiero che mi dava forza era quello di Nonna Gemma.

La rivedevo per strada, all'ora di cena, sempre elegante, con le borse con la nostra cena strette al braccio.

La rivedevo nel retro del nostro negozio ore più tardi, mentre fuori albeggiava e lei, con il sorriso, ci dava una mano a pulire, dopo aver passato la notte con noi a lavorare, ridere e scherzare.

E quando le chiedevo: "Nonna, ma come fai ad esser fresca come una rosa, che io sono distrutta?!" lei mi rispondeva "Semplice Simona: non perdo tempo a lamentarmi, faccio quello che va fatto e non mi fermo finché non ho finito".


Ho ripetuto questa frase a me stessa, per giorni.

L'ho ripetuta quando sentivo la stanchezza, l'ho urlata quando sentivo crescere la paura di non farcela.


L'unico modo per uscire dalla famosa "comfort zone", per me, è affrontarla, di petto.


E ora?

Ora mi sento più forte, più sicura di me stessa, con una visione più chiara di cosa voglio e cosa no.

A volte è importante fermarsi, affrontarsi e crescere per poter ripartire con più vigore di prima.


A fare un parallelismo con la Natura, mi sento come il risveglio dopo un incendio.

I vegetali non temono il fuoco: lasciate freddare le fiamme, gli alberi e gli arbusti ricacciano con vigore nuovi getti a partire dalle radici; finanche il "cistus", all'apparenza tenero e debole, trae giovamento dalle ceneri.


Quello che ad un nostro primo sguardo può sembrare fermo e senza vita, in Natura si trasforma in un incessante danza di germogli e di nuova vitalità.


Ed ecco che, come il bosco, passato il "fuoco" è il tempo dei germogli: nell'area download puoi trovare il calendario di novembre da scaricare e nel prossimo post troverai il calendario con tutti i webinar che ho preparato per i prossimi mesi.


Ti avviso: è un calendario molto "intenso" e, come sempre, i posti disponibili non superano i 20, per cui, non perdere i prossimi aggiornamenti!


A presto

Nina




21 visualizzazioni
  • White Facebook Icon
  • White Pinterest Icon
  • White Instagram Icon

E' un servizio fornito da

Gemma fiori e...

Viale della Rimembranza 77

Novi Ligure